sabato 13 ottobre 2012


ROVERETO MEDELANA - POL CASAGLIA 1-3
Chiuso l’ombrellone e messi via i costumi, riprendo in mano la penna per condividere con i visitatori della Tana le emozioni dell’ennesima stagione delle Tigri …la 14^ per me e devo dire che non è roba da poco per un vecchio felino di 40 anni!
In realtà è già dagli ultimi giorni di agosto che vecchi e nuovi (benvenuti!) sono al lavoro agli ordini del duo Jimmy-Igino…e proprio di lavoro si è trattato visto che più che allenamenti di una squadra amatoriale abbiamo assistito all’addestramento reclute dei Navy  Seals. Speriamo che la tanta corsa dia i frutti attesi nel corso della stagione!
L’amico Ale “Pisabbile” ha già commentato alla grande le amichevoli precampionato e le partite di Coppa di Lega…ora però si comincia a far sul serio: veniamo quindi alla cronaca della prima di campionato.

Serata fresca (e un po’ buia a causa di un faro rotto!) quella di Rovereto che vede le Tigri subito impegnate in una trasferta infrasettimanale contro una squadra mai incontrata, proveniente dalla lega CSI. La formazione messa in campo dal Mago è pressoché la stessa della scorsa stagione, con la novità del neo-acquisto Luciano (aka “Fuente”) al posto di Ardi, sicuramente uno dei più forti calciatori della storia del Casaglia: grazie Citon! Tra i pali Giò, centrali di difesa Marco e Dade, centrocampo a cinque con Dona, Stefano e Matteo centrali, Blò e Diego sulle fasce, BomberMarco e AndreaMaradò in attacco. Panchina lunga con Pierpa, Paolino, Alan, Roberto, Enrico e il nuovo portiere Paolo. In tribuna a tenere alto il morale della truppa Capitan (ex) Pippo e il DS Busso… con le immancabili bionde al loro fianco…le sorelle Bud e Weiser!

Le Tigri approcciano l’incontro con un po’ di tensione e la manovra è poco fluida: le fasce faticano a carburare e qualche lancione di troppo fa correre a vuoto le punte. Anche a centrocampo gli appoggi non sono precisi e solo la scarsa vena degli avanti avversari fa sì che la difesa non corra reali pericoli. Già a metà tempo però il Casaglia trova le giuste misure e nascono le prime azioni interessanti. Marco prima, Andrea poi hanno la palla buona al termine di azioni manovrate. Anche gli esterni hanno buone occasioni che per poco non portano al meritato vantaggio ma Diego è precipitoso nel concludere a rete e spara fuori da buona posizione mentre Blò non crede ai suoi occhi quando viene liberato da un liscio dei difensori avversari e non riesce a concludere a rete. Il vantaggio arriva comunque, meritato: caparbia azione dei centrocampisti che servono Marco sulla profondità, il Bomber non si fa pregare e trafigge il portiere di casa con un mezzo pallonetto che s’infila beffardo nella porta ormai sguarnita. Il vantaggio mette le ali alle Tigri che si rendono pericolose più volte con traversoni pericolosi dei difensori e fraseggi corti di centrocampisti e attaccanti: delizioso lo scambio in velocità tra Marco e Andrea che manca di poco il raddoppio esaltando le doti acrobatiche del numero uno di Rovereto. Nell’intervallo da registrare un esilarante monologo di Dona stile Robert De Niro in taxi driver…are you talking to me?!?!

La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo ma alla prima occasione i padroni di casa trovano il pareggio: una palla apparentemente innocua resta imbrigliata tra i piedi di Luciano e Marco, poi ci pensa Dona a servire involontariamente il numero 10 avversario che in mezzo all’area pesca la punta con un assist perfetto…tocco morbido e palla che s’insacca alle spalle di un incolpevole Giò. La mazzata è pesante specie perché arriva dopo un predominio ospite pressoché incontrastato…risuonano pesanti però le parole di Capitan Dade prima dell’inizio della partita: uno per tutti, tutti per uno! E così accade. Nessuno si scompone, tutti a rincuorare lo sfortunato e generosissimo Dona e via a testa bassa a cercare di nuovo il vantaggio…che infatti non tarda ad arrivare. Matteo e Stefano - ottima la loro prova - catturano un bel pallone a centrocampo, Marco punta la rete e conclude a botta sicura ma il portiere devia qual tanto che basta per mettere la palla sul fondo….questo almeno è quello che giocatori e pubblico credono: e invece arriva come un fulmine Andrea che butta dentro la palla prima che essa varchi la linea di fondo. Il gol premia la classe e l’immensa generosità di questo nostro giovane campione che ormai ha messo sul collo una testa da “grande”…bravo Maradò! Ritrovato il vantaggio le Tigri ritrovano anche la sicurezza nei propri mezzi e sfiorano più volte il terzo gol con azioni avvolgenti nate dai bei recuperi della difesa che giganteggia sulle punte di casa. Prima Matteo sfiora la rete al termine di un’azione insistita, poi Stefano si rende pericoloso con un bel tiro dalla distanza. Pochi minuti e arriva il gol della tranquillità, ancora sull’asse Marco-Andrea che servito da un immenso Bomber insacca al termine di una bella azione in verticale superando di slancio il portiere di casa e appoggiando in rete con la calma di un veterano. Jimmy decide subito di dar spazio al resto della ciurma e inserisce prima Pierpa ed Enrico, quindi Alan, Paolino e Roberto: tutti danno il proprio contributo alla causa e la partita scivola via senza che la porta di Giò corra alcun pericolo. Triplice fischio e primi tre punti per il Casaglia.

Buona questa prima partita bianco blu, giocata con attenzione, agonismo e la giusta tranquillità. Ottimo l’esordio di Fuente ma tutti hanno fatto la loro parte, chi è entrato subito e chi in corso d’opera. Pesanti le assenze di Pisa, Davide, Mirko e Bindo ma quest’anno la rosa è ricca e permetterà di far fronte anche alle defezioni più importanti. Buona anche la prestazione dei padroni di casa che si sono dovuti arrendere davanti ad una squadra di sicuro più esperta e coesa. Ottima anche la direzione del Signor Guerra, sereno ed attento pur con qualche trascurabile sbavatura. Buona presenza di pubblico nonostante il giorno lavorativo e l’orario tardo.
Sabato si entra già nel vivo…ore 15.30 derby!!!
Ad maiora
DADE

Colgo l’occasione per una comunicazione di servizio: l’iniziativa di giugno a favore del nostro amico dell’Alberonese ha avuto l’esito sperato e che la maglia autografata di Pirlo (ancora grazie alla Juventus per avermela donata!) è stata vinta da un giocatore della Pol. Gherardi Over35.  Nel chiudere questa felice parentesi devo tirare le orecchie ai vertici della Uisp di Ferrara che non hanno certo brillato per iniziativa e partecipazione, pur cogliendo l’occasione per trovare un po’ di visibilità sulla cronaca locale. La UISP poteva e doveva fare di più per i Suoi tesserati più sfortunati... speriamo che abbiano almeno imparato come si fa!
Davide Peschiaroli

3 commenti:

Alessandro Pisa ha detto...

Fantastico Dade, in bocca al lupo per oggi!

Anonimo ha detto...

Che spettacolo neanche la gazzetta fa articoli così!!!bravo e bravi tutti!!! Forza Casaglia ciao Manu!!!

Alessandro Bussolari ha detto...





Ottima analisi Dade...ora te la racconto "vista da fuori".
Passo a prendere la Pippazza (Pippo) verso le 20.20, e mentre facciamo il punto della situazione sul week end appena trascorso taaacc....uscita Rovereto e siamo già in pieno clima pre partita!
Arriviamo in paese e subito ci focalizziamo sulle cose importanti: dove sono i Bar, quanti sono i Bar, quanto distano i Bar dal campo sportivo...i Bars ci sono ma sono troppo lontani cazzo!
Arrivati al Parcheggio del comunale di Rovereto, parcheggiamo "l'insetto scoppiettante" (la mia Clio)e subito ci si illumina il sorriso scoprendo che vendono le Birre....perfett...2 Heineken e pronti via!
Ci accomodiamo in tribuna al fianco del nostro addetto alle pubbliche relazioni Zorz e in mezzo ad un folto pubblico di locali muniti di IPad e macchine fotografiche con tele obiettivi...figa se sono avanti!!!
Durante il primo tempo, all'inizio un po' noioso, ho notato che il nostro Andrea là davanti non stava in piedi....secondo me è entrato in campo con le infradito, ma apparte questo poi la squadra ha cominciato a girare e a tratti si è visto proprio del bel gioco...fine primo tempo, 1 a 0....ci stava un'altra birretta!
Mentre raggiungiamo il Bar io e Pippo suggeriamo ad Andre di mettersi le scarpe da calcio se vuole giocare!!!!
Secondo tempo: continua ad arrivare gente sugli spalti, non facciamo neanche in tempo ad accomodarci che Zio Can...sti qua segnano!!!(vi risparmo i commenti tecnico-sportivi di Zorz)
...Ecco...al saeva...tanta strada...potevo stare a casa a riposare....e invece no....contropiede....Marcobomber tira, al purtier al là ciapa, ma arriva Andre (che nel frattempo si era messo le scarpe coi tacchetti) e Goooooooool! oooooh adesso sì che ci siamo!!!
Da qui in poi, come ha detto Dade, bella prestazione dei nostri che poi sul finale segnano il terzo...e tutti a casa!!
Mentre scendiamo dagli spalti uno spettatore locale si congratula con Zorz per la squadra e gli chiede:" come è messo il Ravalle?".......risposta:...."l'è mis pez che 'ualtar!!".....che diplomazia!!!!